Un esempio illustrativo è Thierry Henry

Attrarre artisti stranieri è diventato a lungo un luogo comune, quindi la conoscenza di base della lingua è un compito importante per uno straniero. Dopo il trasferimento di Bale nel Real Madrid, l’ex centrocampista “cremoso” Steve McManaman ha detto che il gallese ha bisogno di imparare rapidamente lo spagnolo. Per esempio, il traduttore deve trasmettere le istruzioni dallo staff tecnico, ma per la completa acclimatazione è necessario parlare con la stampa, i partner e i fan da soli.

La pratica dimostra che un giocatore che parla la lingua locale ha più possibilità di diventare uno dei preferiti del pubblico e crea l’impressione di una persona istruita che è venuta non solo per denaro. Danny, Bocchetti e Guilherme sono valutati principalmente per un gioco decente, ma il russo sicuro è un motivo in più per amare tra i fan. C’è Boruts e Schensny – durante il periodo nel Regno Unito, i portieri polacchi hanno superato la barriera linguistica e hanno acquisito un accento locale. Una delle divertenti interviste con Wojciech è avvenuta nell’autunno successivo alla sconfitta di “Roma” da “Barca” in Champions League (1: 6), in cui il portiere ha spiegato in modo eloquanto quanto fosse interessante guardare gli obiettivi nella propria rete.

Un esempio illustrativo è Thierry Henry, il cui discreto inglese ti consente di trasmettere su BT Sport non è peggio dell’autentico britannico. Sembra che Bale non fosse del tutto abituato al “Bernabeu” proprio a causa delle difficoltà della traduzione. In gran parte a causa del debole spagnolo, Gareth non può considerarsi “il suo” a Madrid, anche se a marzo è diventato il miglior legionario britannico della storia. Dopo due anni nei Pirenei, l’undicesimo numero ha problemi anche con frasi semplici. Comunicazione normale con lui solo con il Modric di lingua inglese. Con altri colleghi, Bale non ha una “chimica” del tipo che si osserva tra Ronaldo e Marcelo.

Sembrerebbe che ci sia difficile? Pigro e insecido bisogno di imparare un paio di frasi – positivo per l’intervista dopo la vittoria e lamentoso in caso di pareggio o perdita. Se vieni coinvolto, puoi tranquillamente accendere il club TV e andare sui programmi di analisi. Tuttavia, in realtà, è molto più difficile. Questa tesi è stata più vividamente confermata da Tevez nella primavera del 2009 in un’intervista dopo la vittoria di “MJ” in Premier League. L’argentino non è mai stato famoso per le sue capacità fuori dal campo, e dopo una breve conversazione con un giornalista, è diventato chiaro che l’inglese è “Veric Dificult”. Gli stipendi dei calciatori professionisti ti consentono di utilizzare i metodi di insegnamento più innovativi. Apparentemente, proprio non voglio.